20 maggio 2013 | Mauro Erro

Archivio: La Gola

di Mauro Erro
battiatopubb

Era il 1971 quando Milano venne invasa dai cartelloni pubblicitari che ritraevano Franco Battiato seduto su un divano per una reclame che fece scalpore.

Con il caldo delle luci sul set durante le fotografie, la pittura bianca che ricopriva il viso di Battiato (all’epoca durante i suoi concerti con gli Osage Tribe Battiato si dipingeva di bianco il viso) si indurì e le crepe che si crearono furono la ciliegina sulla torta provocando questo strano effetto Frankestein.

L’ideatore di questa pubblicità fu Gianni Sassi (Varese 1938 – Milano 1993), nome da molti sconosciuto, uno dei protagonisti più eccletici del panorama culturale italiano dagli anni ’60 fino agli anni ’90.

Art director, ideologo, discografico, collaboratore ed ispiratore di artisti italiani come Battiato, il gruppo Area, Finardi e gli Skiantos, Gianni Sassi fu anche editore: nel ’79, lavorando tra gli altri con Nanni Balestrini e Umberto Eco, di Alfabeta, rivista culturale, nel ’82 creando La Gola, mensile del cibo e delle tecniche di vita materiale, di carattere interdisciplinare, che fu pubblicata fino al 1988.

Per Mondadori e con Piccinardi firmò anche i libri Berealto. I cento vini italiani scelti da ‘La Gola’, Champagne e Spumanti. 100 Champenois, scelti per la ‘La Gola’ e Il libro degli spiriti. Cocktail, liquori e altro, scelti per ‘La Gola’.

la gola bonilli

(foto di Stefano Bonilli)

Lascia un Commento