1 aprile 2012 | Mauro Erro

Carema 2007, Produttori del Carema

di Mauro Erro
carema

Degli iniziali 35 ettari quando fu istituita la Doc nel 1967 oggi di Carema non rimangono che 25 ettari circa coltivati a nebbiolo e due produttori: oltre la cantina sociale, i Ferrando, piccola maison con sede a Ivrea.
La denominazione è la più a nord del Piemonte e dista meno di cinque chilometri da Donnas, in Valle d’Aosta, e con quelli della Valtellina in Lombardia, esprime un nebbiolo di chiara matrice montanara: fotografia delle viti abbarbicate sino ai 700 mt. sulle colline moreniche intorno all’abitato di Carema e della frazione di Airale.
La Cantina sociale Produttori di Carema mette insieme circa 75 viticoltori e metà del territorio vitato producendo tre versioni di questo vino: una riserva, uno barricato, e il Carema etichetta nera. Il 2007 di quest’ultimo, colore scarico e di intriganti trasparenze, alterna a un naso scuro le belle tinte floreali che alleggeriscono il profilo olfattivo rendendolo particolarmente dinamico e flessuoso. Ha palato leggero, scalpitante, innervato d’acidità nel finale. Messo in frigo e abbassata la temperatura di servizio, mette insieme semplicità e un’immediata piacevolezza di beva, e un naso stuzzicante lo rende un vino “primaverile” piacevolissimo. Prezzi popolari.

Lascia un Commento