18 dicembre 2013 | Mauro Erro

Enogea.it: informazioni di servizio

di Mauro Erro
banner enogea nuovo sito 3

Tenevamo particolarmente ad essere on line con il nuovo sito in questo periodo, anche se non lo abbiamo ancora completato del tutto e vi stiamo lavorando. Ci scusiamo quindi per gli eventuali disservizi che state incontrando e vi invitiamo a continuare a darci indicazioni in merito, per risolvere ogni problema o per consigli e migliorie da apportare. Per scriverci basta usare il modulo in fondo alla pagina.

Intanto giusto due informazioni per orientarvi e rispondere a qualche domanda che già ci è pervenuta: il menu in alto vi guida all’interno di ogni sezione e di tutti i prodotti Enogea, siano essi digitali o cartacei, singole copie o l’abbonamento alla rivista. Al momento non è possibile fare ordini dall’estero, al più presto risolveremo il problema.

Nel sezione Chi siamo oltre le info sull’editore trovate la lista degli autori di enogea.it, basta cliccare sui loro nomi per avere l’elenco completo dei loro articoli.

Al momento sono stati archiviati circa 400 post, tutto ciò che abbiamo ritenuto significativo del lavoro svolto sui social network in questi ultimi due anni: brevi aggiornamenti, veloci segnalazioni, scritti di respiro più ampio o riflessioni che abbiamo condiviso con i lettori. Provvederemo, invece, a caricare il materiale presente sul vecchio sito non appena potremo. Questo spazio gratuito affiancherà la proposta editoriale di Enogea in modo da poter essere sempre più in contatto con i nostri lettori e abbonati. Quanto a tutte le altre novità che arriveranno, alle idee che abbiamo e speriamo di realizzare, rimanete sintonizzati e seguiteci.

Una risposta a “Enogea.it: informazioni di servizio”

  1. Aldo Seffusatti scrive:

    Il mio commento sono i complimenti per il vostro ottimo lavoro. Vivo nel Nord Piemonte, e vorrei segnalarvi il declino della principale azienda storica della zona, fondata nel 1671 e che nell’ultimo decennio ha contribuito in modo importante alla promozione dell’enologia italiana nel mondo, Le vostre recensioni sono sempre state molto positive, Spiace che si perda un tesoro così importante per gestioni incompetenti. vi rimando a pagina 47 di Slow Wine 2014, che fa un quadro della situazione. Credo sia importante segnalare queste situazioni affinchè il “modello Marchionne” non prenda piede nelle eccellenze del Paese che ne possiede più di qualunque altro.

Lascia un Commento