29 agosto 2012 | Mauro Erro

Piazza del Popolo, San Miniato

di Mauro Erro
piazzadelpopolo

Mentre salivo a Dolceacqua, nei giorni scorsi, ho fatto una piccola sosta in Toscana, a San Miniato, a Piazza del Popolo, per andare a trovare l’amico Luca Santini che poi sarebbe stato tra i compagni di viaggio in terra ligure. Per quelli che nel vino hanno buona memoria ricorderanno gli esordi porthosiani di Luca, per gli altri basterà fare riferimento ad Heres distribuzione di cui Luca è ed è stato direttore e collaboratore (guardare alla selezione borgognona please) per capire di qual consapevolezza “enoica”e lucidità di giudizio parliamo. In combutta con Paolo Fiaschi, Salvatore Vigliotti, Daniele Palavisini ed Elisa Benevenuti hanno aperto questo nuovo locale e mi hanno dato da mangiare (dopo una degustazione improvvisata di oli) una squisita panzanella, un meraviglioso crostone ed una saporita lasagna difficilmente scelti tra le varie opzioni del menu segnate sulle lavagna. Da bere mi ha servito lo squisito Bourgogne 2010 di Fourrier (e non solo).
Prima di parlarne diffusamente ne Le soste di Enogea del prossimo numero, merita la segnalazione per chi in questi giorni si trovasse in zona.
- Luca, spiegami un po’.
- L’idea di tutti noi è semplicissima: non abbiamo la ricetta originale a tutti i costi, ma solo la voglia di portare all’attenzione del pubblico un modo meno terraterra di vedere cibo e soprattutto vino. Un posto che sia poco formale, ma attento il più possibile ai dettagli che servono e contano; un posto dove ci piacerebbe che la gente sedesse a prendere un aperitivo e si compiacesse di prolungare la serata; oppure un posto dove sedersi in libertà, mangiare un piatto dove si trovi attenzione, cura, e un po’ di vero, e bere un bicchiere dello stesso stampo.
Spero che tutto ciò non ti suoni troppo impostato, ecco. In tal caso, scusami di cuore.

No Luca, affatto e grazie.
Di cuore.

Lascia un Commento