17 luglio 2012 | Mauro Erro

Chablis 1er cru Beauroy 2010, Laurent Tribut

di Mauro Erro
tribut

La nota si potrebbe risolvere così: attendere prego.
Per dare un po’ di colore si potrebbe aggiungere che la 2010 a Chablis mi sembra replicare le ottime vibrazioni che si provano in Borgogna: ricchezza e tensione al tempo stesso. Ma al momento è meglio seppellire le bottiglie in cantina.
Quanto a questo piccolo produttore, cognato di Vincent Dauvissat, ve lo consiglio se amate la cristallina mineralità sapida, timbro dei suoi vini. Una struttura impreziosità dalla complessità delle sensazioni che si sviluppano con il tempo. Se riuscite a resistere alla tentazione di stapparle subito.

Lascia un Commento