24 maggio 2012 | Mauro Erro

Chapelle Chambertin Grand Cru 2000, Domaine Ponsot

di Mauro Erro
chapellechambertin2

La rivincita delle cosidette annate minori, pensavo l’altro giorno quando ho scritto di alcuni Barbaresco dell’annata 2007. Ed anche di questo pinot nero si potrebbe dire la stessa cosa. Dal profilo olfattivo più scuro rispetto all’esplosione di piccoli frutti rossi delle annate fresche, crea un anello di congiunzione proprio con la Langa, esibendo inoltre, proprio come in alcuni nebbiolo, un tocco di anguria che da luminosità al naso quanto al palato suggerendo l’arrivo dell’estate. Vino in equilibrio ed armonia. In beva.

Lascia un Commento